Il numero di credenti che stanno vivendo l’esperienza delle mini-missioni è sempre maggiore.

Attraverso questi viaggi, le Assemblee di Dio in Italia vogliono raggiungere il duplice obiettivo di:

  • essere di supporto ai missionari in servizio;
  • essere di benedizione per la chiesa locale.

Il Dipartimento Estero delle ADI incoraggia la partecipazione alle mini-missioni, per coinvolgere tutti i credenti nell’opera missionaria e per creare un contatto tra l’opera nazionale e l’opera estera, attraverso le relazioni fraterne che si instaurano durante i viaggi.

Per prendere parte ad una mini-missione è essenziale avere spirito di adattamento e di collaborazione. Normalmente i gruppi sono coordinati da un pastore delle ADI in qualità di responsabile.

Il calendario delle prossime mini-missioni sarà pubblicato su questo sito non appena disponibile.

Dalle parole di un partecipante:

A oggi, per quel che mi riguarda, non ritengo esser stato “missionario”; ciascuno ha dato il proprio ocntributo spirituale alla missione.

Ma quest’esperienza mi dà modo di intraprendere un’altra missione, quella di far conoscere ai miei connazionali i fratelli che stanno al di là del mare Adriatico, i loro problemi, le loro difficoltà, ma anche il loro cuore, il loro amore per Cristo e per noi tutti.

Farli conoscere alla mia comunità, cercare di trasmettere la necessità di pregare per loro, di aiutare per quel che si può (quanti bisogni urgenti abbiamo anche intorno a noi!) e tenere vivo il ricordo dell’affetto che hanno per tutti noi che pur non conoscendoci ci amano di un amore non comune.

Esperienze dalla mini-missioni

Le MISSIONI sono fatte dai PIEDI di quanti vanno, dalle GINOCCHIA di quanti pregano e dalle MANI di quanti danno.